Le tre trappole infernali nascoste dietro alla scelta del tessuto

Ci sembrava giusto iniziare questo blog proprio con la testimonianza di uno dei nostri clienti, così da poter dare la voce a loro che hanno vissuto appieno questo argomento:

“Quando mi sono rivolta a Gruppo Tenda per rifare le tre cappottine della mia casa, ormai usurate dal tempo, ero confusa e sicuramente non esperta di tende da sole. Proprio per questo ho richiesto un sopralluogo e un check up delle tende da parte loro, completamente gratuito e senza impegno.
Assieme abbiamo valutato le mie esigenze e ho espresso loro la problematica di abitare in una via molto trafficata dove la polvere non manca, tanto da aver rovinato completamente i teli delle mie cappottine in soli pochi anni.

Il tecnico specializzato, una volta effettuato il controllo, ha confermato la mia tesi: le cappottine erano da rifare, o meglio solo teli.

Come solo i teli?

Non riuscivo a capire come fosse possibile. Ecco che dopo aver notato la mia faccia incredula mi ha subito spiegato che le strutture delle cappottine erano perfette  e che quindi non era necessario cambiarle, si potevano rifare nuovi solo i teli mantenendo le strutture esistenti e risparmiando quindi un bel po’ di soldi. Chiaramente di fronte a questa proposta non ho esitato ad accettare: avrei avuto le mie cappottine praticamente nuove risparmiando denaro e rispettando l’ambiente senza altri sprechi! E in questi tempi fa sempre comodo!!

Poi è arrivato il momento di scegliere il tessuto e ovviamente non riuscivo a prendere una decisione su quale scegliere. Non ne parliamo poi del colore. Avevo continuamente il dubbio che non si intonasse con la mia abitazione, dubbi che mi sono stati subito chiariti.
Fin da subito, infatti, il rapporto tra l’azienda e cliente è stato ottimo.

Mi hanno seguita a partire dalla scelta del tessuto e del colore, facendomi vedere e toccare con mano i campioni che più si avvicinavano a ciò che  desideravo, fino ad arrivare alla posa delle cappottine.

Volevo complimentarmi con loro per la professionalità, educazione , precisione  e passione che hanno sempre dimostrato. Sapere che una ditta lavora bene garantendo il massimo e in caso di bisogno, o di qualsiasi dubbio, è presente è una grande cosa, il cliente ne tiene conto se un domani dovesse aver bisogno di  altri interventi”.

D .M.

Per noi ogni cliente è fondamentale, non lo abbandoniamo mai ma lo accompagniamo passo dopo passo, a partire dal pre fino al post vendita, soprattutto quando la scelta a cui si trova di fronte è quella del tessuto più adatto per la sua tenda da sole, decisione sempre più difficile ed onerosa se si vuole avere tra le mani un valido prodotto.
Quelle che andremo a raccontare di seguito sono le trappole infernali che si nascondono dietro  alla scelta del tessuto dalle quali tutti i clienti devono essere messi in guardia e dalle quali fuggire il più lontano possibile:

TRAPPOLA N°1: Tessuti non certificati o senza garanzia

Noi di Gruppo Tenda abbiamo pochi ma precisi punti chiave, che manteniamo saldamente perché questi sono per noi i veri principi che ci contraddistinguono nella produzione e fornitura dei tessuti delle nostre tende da sole:

-non accettiamo nessun vincono contrattuale da parte dei fornitori;

-non abbiamo nessun obbligo nella selezione dei tessuti solo per poter dire “ anche noi abbiamo quel tessuto, lo puoi trovare nel nostro catalogo!”;

-evitiamo assolutamente che i clienti si lascino consigliare dal cugino, vicino di casa,  o che si facciano influenzare dalle qualità sbandierate al vento dal venditore di turno.

La qualità e la sua continua ricerca trovano una conferma nella nostra GARANZIA GT (fino a 10 anni con il nostro programma di garanzia). Offrire un prodotto garantito è fondamentale sia per noi, che così siamo sicuri di fornire un prodotto sano e corretto e testato, sia per il cliente che si sente protetto e più deciso nel momento culminante dell’acquisto.

TRAPPOLA N°2: I tessuti (e i colori) non sono tutti uguali

Questa trappola è la più comune e si presenta, purtroppo, in qualsiasi tessuto.

Scegliere il tessuto in base alla tipologia di tenda, alle esigenze e uso che ne vuole fare il cliente, e al colore per poterle dare quel tocco in più, è FONDAMENTALE.

 Cercando di scorporare questo concetto-base possiamo dire che le funzioni di una tenda sono principalmente tre: proteggere dalla pioggia, proteggere dal sole e proteggersi dagli sguardi indiscreti dei vicini!

Se si desidera avere una tenda che protegga perfettamente dalla pioggia, in quanto dovrà essere installata in una zona particolarmente esposta ad essa, la scelta è già fatta e ricadrà in automatico sul PVC in quanto è un materiale IMPERMEABILE e l’acqua piovana non sarà più un problema in quanto non filtrerà.

Se invece si vuole una tenda che protegga dalle radiazioni solari, ecco che entrano in campo il poliestere o il tessuto acrilico con la loro caratteristica di essere, in seguito a degli specifici trattamenti,  IDROPELLENTI, facendo scivolar via il più possibile l’acqua e facendo da perfetta schermatura contro il sole.

Ma ora scendiamo nei dettagli, individuando le caratteristiche dei 3 principali materiali adatti per la realizzazione delle tende da sole:

Il TESSUTO ACRILICO, grazie al suo finissaggio, riesce a star ben teso durante l’esposizione ai raggi solari ed è particolarmente indicato per la realizzazione di tende a bracci e a caduta.

Tuttavia, questa tipologia di materiale può portare, soprattutto nel caso delle cappottine, alla creazione di microfori in corrispondenza delle pieghe del tessuto che si formano in seguito alla continua apertura e chiusura della tenda stessa.

Il TESSUTO POLIESTERE, in particolar modo l’utilizzo di TempotestStar oppure TempostestStarlight Blu (conosciuto anche come il tessuto che rispetta l’ambiente), viene suggerito da noi di Gruppo Tenda come un’alternativa al classico tessuto acrilico in quanto  riducono notevolmente il rischio di formazione dei microfori, soprattutto se si sta parlando di cappottine, tende a bracci o tende a cassonetto.

Il TESSUTO SPALMATO PVC è, invece, il perfetto connubio se si desidera una protezione ESTREMA dai raggi UV ma soprattutto dalla pioggia.

Nonostante questa tipologia abbia una gamma di colori più limitata rispetto all’acrilico o al poliestere, in particolar modo tinte unite che variano dall’opaco al lucido, questo materiale darà al tempo stesso un tocco più personale alla propria cappottina, tenda a bracci o tenda a caduta.

Ultimo passaggio, ma non meno importante, è la scelta del colore del telo della tenda.

La scelta del colore, seppur avvenga in un secondo momento, deve essere fatta attentamente in quanto conferisce un valore estetico al contesto abitativo. 

Spesso, soprattutto nel caso di installazione di una tenda in un condominio, tale scelta sarà fortemente condizionata da alcuni requisiti imposti (come ad esempio un colore specifico, oppure un tessuto rigato piuttosto che un tessuto in tinta unita).

Scelta che invece non sarà assolutamente vincolata nel caso di una casa singola, dove il cliente sarà totalmente libero di fantasticare ed esprimere il suo colore di preferenza.

 C’è da evidenziare, però che, un colore si distinguerà dall’altro (per quanto spesso la differenza sia impercettibile) per il GTOT ovvero il rapporto di trasmittanza solare e termica.

Quindi, indipendentemente dalla scelta del tutto, un colore più scuro tenderà ad assorbire l’energia termica, dando un maggior senso di ombra, al contrario di un colore più chiaro che la rifletterà dando lucentezza interna.

Ogni tessuto, e il conseguente colore di preferenza, avrà “pregi” e “difetti,  ecco che se si sceglierà un colore chiaro si conferirà al contesto un tocco di eleganza in più correndo il rischio però che il telo si sporchi facilmente; al contrario,invece, un colore più scuro sarà meno delicato dando però un risultato più forte ed aggressivo.

TRAPPOLA N°3 : NON PARLARE DEL FILO

Qual è l’errore più grande che si possa commettere?

Non accennare minimamente all’unione dei fili che è appunto la parte ESSENZIALE del confezionamento del tessuto. Senza l’unione dei fili non si otterrebbe nessun tipo di tessuto e questa, purtroppo, è la parte che viene spesso trascurata, data per scontata.

Per noi nulla è scontato, ed è giusto che si sappia che, ciò che noi eseguiamo, è una lavorazione che comprende una cucitura doppio ago con ribattitura interna ed esterna, con lo scopo di dare al cliente una garanzia di 15 anni sulla cucitura.

GARANTITO O RIMBORSATO, non conosciamo mezze misure!

Gruppo Tenda si occupa della produzione di tende da sole da più di quarant’anni, offrendo ai propri clienti tessuti confezionati artigianalmente dalle esperte mani dei nostri professionisti. L’intero processo di realizzazione viene seguito nei minimi dettagli, dalla scelta iniziale dei materiali, alla cucitura e squadratura, all’assemblaggio delle diverse parti costitutive, fornendo un’assistenza post vendita.

Ma c’è di più! Gruppo Tenda offre anche la possibilità di rinnovare le vecchie tende da sole con un nuovo tessuto, grazie all’innovativo servizio RI-NUOVA! La struttura originale della tua tenda da sole verrà pulita e le componenti, come carrucole e cerniere, verranno completamente sostituite

Richiedi subito la tua consulenza! Affidati all’esperienza e alla professionalità di Gruppo Tenda, saremo felici di aiutarti a trovare la scelta più adatta alle tue esigenze!

Le tre trappole infernali nascoste dietro alla scelta del tessuto